Come puoi vedere nella sezione Risorse Gratuite del nostro sito trovi di tutto, dai Giochi da Villaggio, Sketch di Cabaret ai Copioni di Spettacoli e tanti altri materiali messi a disposizione gratuitamente per voi. Tutto il materiale per animazione arriva direttamente dagli archivi segreti dei grandi Animatori Turistici del passato. Mi auguro che ne farai buon uso e che renderai questo spettacolo un grande show come merita di essere messo in scena. Sicuramente avrai bisogno di un equipe molto numerosa e molto preparata, qui i ballerini hanno pane per i loro denti. Fondamentali sono il corpo di ballo, i costumi che dovranno essere molto simili agli originali, la carica e l’energia di tutti Attori, ballerini e cantanti nel caso scegliessi la strada del Live ed infine una grande Regia la quale solitamente è affidata al Capo Villaggio o il Capo Animatore.

Mi raccomando tienici informati e facci sapere come va quando lo metterai in scena.

HAIR

Scena 1

PADRE: Hai tutta la tua roba

CLAUDE: Si

PAD.: Quando arrivi a New York telefona cosi sappiamo dove sei

CL.: Si

PAD.: Come stai a quattrini?

CL.: Bene

PAD.: Beh, insomma, è meglio che prendi questi 50, in caso ti trovassi nei guai, non si sa mai che può succedere tra qui e lì… Allora figliolo non scrivere troppo, solo la gente intelligente deve preoccuparsi, degli ignoranti si preoccupa il Signore, hai capito bene?

CL.: Ok

PAD.: Ciao ci vediamo

parte AQUARIUS

Scena 2

Scena: Barile con ragazzi intorno che bruciano foglio

Voce f.c.: Chiunque modifichi, falsifichi, o intenzionalmente distrugga, o muti, o in qualsiasi modo cambi questa chiamata alle armi, sarà soggetto ad un’ammenda non superiore a 10000 dollari, o una pena non superiore ai 5 anni, o entrambi

Scena 3

GEORGE : (avvicinandosi ai cavalli) Mi scusi signora, ha qualche spicciolo? Ha un bel copricapo.. Ha qualche spicciolo?

WOLF : H un bellissimo cavallo, sa?

GEOR.: Qualche spicciolo, signora?

WOL.: Io non sono mai andato a cavallo, lo sa? È difficile? Beh….insomma, sarebbe possibile montarci sopra, magari per un po’…solo una volta…per un minuto…per favore…signorina

GEOR.: Ehi Wolf lascia perdere, te ne regalo uno per natale (vede Claude) Hai qualche spicciolo?…spiccioli ne hai, da 5,10,25

CLAUDE: Vuoi che ti dia dei soldi?

GEOR.: Bravo

CLA.: Perché?

GEOR.: Perché? Nessun motivo amico, solo che lei è incinta, e noi non mangiamo da due giorni

CLA.: Non ci credo mica?

GEOR.: Da dove sei sbucato?

CLA.: Oklaoma

GEOR.: Oh

GIN : Ehi amico, io lo so che effetto fa: vengo dal Kansas, pensa un po’!(si allontanano)

CL.: Ehi (gli lancia una moneta, e vanno via)

Scena 4

Vanno ad affittare un cavallo

Parte SODOMY

I 4 incontrano le ragazze a cavallo

Scena 5

Musica  DONNA

Scena 6

GEOR

GE: Ehi amico sei un vero cowboy…..no, no, non scendere, hai ancora 15 minuti, decolla!

CLAUDE: No, no devo fare ancora alcune cose

GEOR.: Di che tipo?

CL.: Vedere l’Empire State Bulding se c’è la faccio oggi, domani voglio fare un giro in barca attorno a Manhattan e vedere la statua della libertà

WOLF: Sembra una cosa divertente

CL.: Se hai qualche idea da darmi su cosa fare mentre sono qui, perché non ho molto tempo, vedi io vado sotto le armi tra due giorni…

GEOR.: Ti diamo una mano noi

Scena 7

Musica HASHISH

LAFAYETTE:  Claude, ehi amico, Claude….rispondimi

CLAUDE: E’ incinta davvero?

GIN: Incinta davvero, si, eccome

WOLF: Almeno è quello che dice

GIN: Quello che dico, è quello che so

WOLF: Gin, tu non sai niente

GIN: So chi è il padre anche

LAFA.: Si, se sai questo, sai già tanto, se il bambino viene fuori bianco e sdolcinato, sapremo che Wolf è il padre, ma se viene color cioccolato e tutto bello allora è mio (ridono tutti)

WOLF: Quando verrà fuori e si troverà quel tuo culone nero, ti sputerà semi di cocomero in faccia

LAFA.: Dai fiato alla bocca senza                  amico, quando il bambino viene fuori e mi vede, sarà cosi contento, cosi fiero, e sai cosa dirà?

Scena 8

Musica COLORED SPADE

Scena 9

GEORGE: (prendendo Claude) Dì qualcosa all’uomo nero, avanti dì qualcosa all’uomo nero

CLAUDE: Uomo nero

GEOR.: E’ il suo primo giorno in America, è sbarcato adesso, fatto buon viaggio

Parte Musica MANCHESTER // I’M BLACK-AIN’T GOT NO

Scena 10

Di giorno sulle scale Claude si sveglia e si allontana 

GEORGE: Ehi dove vai?

CLAUDE: Ho un sacco di cose da fare! Grazie

GEOR.: Claude

CL.: Che c’è?

GEOR.: Vieni qua, voglio mostrarti una cosa.

CL.: Cos’è?

GEOR.: Vieni qua…….guarda un po’? quella è la ragazza a cavallo

CL.: Non è lei

GEOR.: Che vuol dire non è lei, guarda!

CL.. Short Hills

GEOR.: E’ qui a due passi (ridono)

CL.: E’ oggi

GEOR.: Si, vuoi andarci?

CL.: Perché?

GEOR.: Come perché?  Non la vuoi conoscere?

CL.: Non ci vuole un invito?

GEOR.: Vuoi venire ad una festa con me?

Vanno via ridendo

Scena 11

Musica PARTY MUSIC/MY CONVICTION

Scena 12

Al ballo in giardino

ZIO: Steve, Steve

STEVE: Bella festa?

ZIO: Si, Steve guarda, c’è un tizio piuttosto strano, e là sulla sinistra c’è un altro tizio, e là quel signore di colore con la ragazza, li conosci?

ST.: No

ZIO: Perché non……cerchi di sapere chi sono, e chi li ha invitati, e torni a dirmelo?

ST.: Si

ZIO: Grazie

Steve si avvia

ST.: Ciao, io sono Steve White, lei come si chiama?

LAFAYETTE: Ah..

ST.: Ah…..come mai siete qui? Voglio dire: chi vi ha portato?

LAF.: Il signor Berger

ST.: Buon divertimento (torna dallo zio) sono col signor Berger

ZIO: Il signor Berger……..chi è il signor Berger?

ST.: Non lo so

Scena 13

Stanza ragazze

RAG1: Così, cerca di non tirare su, se non vuoi bruciarti le labbra….così, ecco

SHEILA: Ora, ora

RAG2: Comincia a tirare (bussano)

SHE.: Proprio adesso, un minuto

F.c: Perché ci metti tanto tesoro

RAG1: Perché ci stiamo facendo una canna (ridono)

SHE: Un minuto

F.c: Tesoro, c’è un sacco di gente

SHE: Papà rilassati

F.c: Beh fai presto

SHE.: Si arrivo

Scena 14

Sala da pranzo

Applauso all’ingresso di Sheila che si siede

PADRE: Mi scusi il signor Berger?

GEORGE: Si ma può chiamarmi George

PAD.: Io credo che sia una festa privata ed è meglio che se ne vada, lei e i suoi amici

GEOR.: Crede?

PAD.: Si credo proprio di si

GEOR.: Va beh….scusate, scusate tutti quanti voglio solo..

PAD.: Non è il caso….

GEOR.: …voglio solo dire due parole….

PAD.: ….NO, credo di no…

GEOR.: ….lo so, non eravamo state invitati….

PAD.: ….signor Berger, sto perdendo la pazienza, lei non capisce…

GEOR.: …lei non capisce….

PAD.: …questa è una festa privata, e lei ed i suoi amici non siete stati invitati….

GEOR.: ….si ma lei non capisce….

PAD.: ….no è lei….
GEOR.: ….sa cosa farà quest’uomo?…

PAD.: …non mi interessa…

GEOR.: …ed invece si, quest’uomo andrà a combattere per te, andrà nel Vietnam per te, per salvare la pelle a te….

PAD.: ….se ne vada..

GEOR.: …ti dirò una cosa: se vuoi mandarmi via, dovrai buttarmi fuori…

PAD.: …è esattamente quello che farò signor Berger, chiamerò la polizia, non ho intenzione di sporcarmi le mani per buttarla fuori

GEOR.: Ok (il padre va via), pinguino, il mio amico Claude è innamorato, ha visto questa ragazza a cavallo…

ZIO: Mi scusi, cerchiamo di chiarire questa situazione, porti il culo fuori di qui!

GEOR.. ha finito

ZIO: Ho finito
GEOR.: Dunque, questo ragazzo si è innamorato di questa ragazza che è seduta proprio a questo tavolo, e vuole solo guardarla, cosi può avere la sua immagine quando andrà a combattere nella giungla. E’ chiedere troppo questo…..allora Sheila, tu sei d’accordo? Ti va bene se Claude ti sta qui a guardare per 5 minuti prima che c’è ne andiamo?

MAMMA: Lei ha una faccia tosta infinita giovanotto

Scena 15

Musica  I GOT LIFE

Alla fine arrivano le guardie

PADRE: Ecco sono loro!

Scena 16

GIUDICE: Claude Bucowski, George Berger; Lafayette Johonson, Gin Rayn, Wolf Rassin, questo tribunale ha emesso sentenza nei vostri riguardi, la sentenza è che veniate confinati in casa di lavoro per 30 giorni o che paghiate una multa di 50 dollari

GEORGE: Giudice forse non si rende conto, noi non abbiamo moneta

GIUD.: Mi dispiace

CL.: Vostro onore, e se uno di noi avesse da pagare?

GIUD.: Chi?

CL.: Io

GIUD.: Lei può passare a pagare la multa, vada dal cancelliere

GEORG.: Mi scusi vostro onore, un istante……aspetti, scriva George Berger…

CL.: ..Bucoski….

GEOR.: ….Berger…aspetti…..fammi uscire, esco e trovo i soldi per tutti

CL.: Questa è roba mia, mi dispiace, mio padre mi ha dato questi in caso avessi rogne, è questa è una rogna

GEOR.: Ma non essere stupido, questa è l’unica possibilità che hai di farci uscire tutti

CL.: Non insistere

GEOR.: Che ti prende non ti fidi di me?

CL.: No

GEOR.: Dimmi come farai a trovare i soldi, non conosci nessuno

WOLF: Non li troverà, ci farà marcire in galera

Claude si convince e dà i soldi a George

Scena 17

In auto

STEVE: Chi è quello? O mio Dio!……Vuole spostarsi per favore?

GEORGE: Certo…….ciao

STE.: Ciao

GEOR.: Ti ricordi di me?

STE.: Si (George sale in auto)

GEOR.: Sali

STE.: Noi dobbiamo andare a scuola!

GEOR.: Sali

STE.: Ma che fa?…o Madonna, senti non puoi guidare questa macchina, l’assicurazione prevede solo me e mio padre…..Sheila!

GEOR.: Senti amico, mi serve della grana, 250 dollari

STE.: Ah ecco, soldi

GEOR.: Si, ce l’hai?

STE.: No, senti, ascolta, ora non abbiamo tempo, dobbiamo andare a scuola, quindi vuoi fermare la macchina, lascia guidare me…..Sheila!

SHEILA: Ma cosa vuoi che faccia?

STE.: Digli che si fermi!

SHE.: (ridendo) fermo

GEOR.: Senti, i miei amici sono in galera, e così ho pensato che potevi chiedere i soldi a tuo padre, cosi può pagare l’ammenda

SHE.: Mio padre pagare l’ammenda?

GEOR.: Si, è lui che ci ha messo nei guai, ed il minimo che può fare è tirarci fuori

SHE.: Ah, vi ha messo lui! E’ Ti ha detto di ballare sul tavolo e sfasciare tutto?

GEOR.: No, non è stato lui

STE.: C’è una svolta a sinistra dietro la collina

SHE.: Tu sei tutto pazzo
GEOR.: Ma che pazzo, tuo padre ci ha mandato in galera, ed io voglio solo i soldi per tirarli fuori

STE.: A sinistra, la collina

SHE.: è impossibile

GEOR.: Come sarebbe a dire impossibile?

SHE.: Ma se non mi da nemmeno la carta di credito

STE.: A sinistra , maledizione l’hai passata

GEOR.: Cosè che ho passato Steve

STE.: la scuola, era a sinistra

GEOR.: Oh, mi dispiace

STE.: Senti aiuteremo i tuoi amici, troveremo i soldi Ok

GEOR.: Quando?

STE.: Quando? Dopo la scuola, alle 4, dopo la scuola

GEOR.: Stronzo (scende e va via)

STE.: E’ un pazzo

Scena 18

Carcere

DOTTORESSA: E gli uomini?

WOLF: Uomini? Che vuol dire?

DOTT.: Ha un attrazione sessuale per gli uomini?

WOLF: Vuol dire se sono omosessuale?

DOTT.: SI

WOLF: No! Certo non caccerei Mik Jarreg  dal mio letto, ma non sono omosessuale

DOTT.: Allora perché un semplice taglio di capelli la fa agitare tanto?

Scena 19

Musica HAIR

 

Scena 20

Casa di George

MAMMA: Lo sai, la mamma di Denny ha detto che Denny ha detto di salutarti, è al secondo anno di odontoiatria, dovresti vedere la ragazza con cui esce, è bellissima, mangi’

GEORGE: Grazie mamma, dopo

MAM.: Dammi i pantaloni, li metto in lavatrice

GEOR.: Perché?

MAM.: Sono fetenti

GEOR.: No, sono a posto, tu che ne pensi pa’..

PADRE: Senti, se ti servono quattrini, lavora

MAM.: Che gli hai chiesto dei soldi? A che ti servono?

GEOR.: Mi servono

MAM.: Lei chi è?

GEOR.: Lei chi?

MAM.: La ragazza

GEOR.: Quale ragazza? Non c’è nessuna ragazza

MAM.: Su raccontami tutto, noi ti capiamo

GEOR.: Ma di cosa stai parlando, non c’è nessuna ragazza, ho solo bisogno di soldi

MAM.: Dicci per che cosa, e noi ti aiutiamo

PADRE: Accidenti, ogni volta che vieni a casa c’è un problema, per cominciare perché non ti ripulisci un po’, perché non ti tagli i capelli, tagliati i capelli e i soldi te li do, anche senza restituzione

GEOR.: Se mi taglio i capelli, mi darai i soldi?

PADRE: Per la miseria fai qualcosa per accontentarmi

GEOR.: Che cosa? Se mi taglio i capelli mi dai 500 dollari

MAM.: Cosa? Dammi i pantaloni

GEOR.: Perché! Sono puliti per la miseria

(la madre si allontana, George la segue)

MAM.: Quanto ti serve

Scena 21

Al parco, manifestazione contro la guerra

VOCE: La chiamata alle armi significa che i bianchi di pelle mandano dei neri di pelle a combattere contro dei gialli di pelle, per riprendersi la terra che loro hanno rubato a dei rossi di pelle

Scena 22

Musica   L.B.J.

Scena 23

SHEILA: Ehi Berger! Berger

GEORGE: Ciao

SHE.: Ciao, come va?

GEOR.: Bene

SHE.: Prima di tutto voglio chiederti scusa per Steve, sai lui è molto giovane, molte cose non le capisce

(più in là) 

GIN: Senti, ti andrebbe di sposarti?

CLAUDE: Sposarmi, con chi?

GIN: Con me, cosi essendo sposato non ci vai più in guerra, poi c’è il bambino, loro non li chiamano quelli sposati e con un bambino

Scena24

Musica ELECTRIC BLUES/OLD FASCHION MELODY/HARE KRISHAA

FINE I° ATTO

ATTO II°

Scena 25

GEORGE: Claude! Claude!

CLAUDE: Dove eravate?

GEOR.: Noi? dov’eri tu! Fai vedere gli occhi

SHEILA: Berger

GEOR.: Sheila cosa fai qui?

SHE.: Vorrei essere accompagnata a casa

GEOR.: Ma che fai a casa? Resta, è la sua ultima serata, Claude che vuoi fare?

CL.: Accompagnarla a casa

GEOR.: Beh, è tutta tua

Scena 26

Musica FRANK MILLS

Scena 27

GEORGE: Ehi amico andiamo

CLAUDE: no devo andare via

GEOR.: Non andare, per fare l’uomo non c’è bisogno della divisa

CL.: Tu non capisci, io lo faccio per te

GEOR.: Se è per me, non ci andare

CL.: mi dispiace

Scena 28

Musica WHERE DO I GO

Scena 29

Visita militare con musica WHITE BOYS/BLACK BOYS

Scena 30

Addestramento militare con  musica WALKING SPACE

Scena 31

SHEILA: Ehi Berger! Berger

GEORGE: Come stai?

SHE.: Bene, voglio mostrarti una cosa? (gli da una lettera)

GEOR.: Dove sta? Nevada!

SHE.: Senti stavo pensando di scrivergli, secondo voi che gli dico?

GIN: Digli ciao

GEOR.: Gli scriverai? Perché non vieni con noi?

SHE.: Voi dove andate?

GEOR.: Nel Nevada

GIN: Davvero?

SHE.: C’è qualcosa che prendi sul serio?

GEOR.: Prendo tutto sul serio

GIN: Quando si va?

GEOR.: Quando Sheila è pronta

SHE.: Non posso mica fare le valige così, e andare nel Nevada

GEOR.: No, direi di no, addio

SHE.: Aspetta, come vorresti andarci?

GEOR.: In macchina

SHE.: Ma se non ce l’hai

GEOR.: La procuro

SHE.: Non ci riuscirai (va via)

Scena 32

Musica EASY TO BE HARD

Scena 33

Auto Sheila

GEORGE: Ciao Steve

STEVE: Ciao

GEOR.: Puoi scendere un momento, voglio fare due chiacchere

STEVE: Due chiacchiere, parla

GEOR.: Vorrei chiacchierare qui fuori

STEVE: Non ho voglia di chiacchierare con te…….(a Sheila) non ti preoccupare ci penso io….ok, che cosa vuoi?

GEOR.: Le chiavi

STEVE: No….ma che fai?

GEOR.: Prendo la macchina

STEVE: Prendi la macchina?

GEOR.: Si, per qualche giorno, ciao (ridono)

Scena 34

CASERMA

GENERALE: Se tutti voi uomini, foste sul palco dove sono io, e vedreste quello che voglio io, sapreste che vuol dire essere veramente orgogliosi del proprio paese. L’esercito degli Stati Uniti d’America è la forza combattente più grande del mondo, ed ora voi altri sarete tra pochi giorni lontani migliaia di miglia da casa, e porterete con voi parte di questa grandezza, e oggi pomeriggio in libera uscita, voglio che ne portiate un po’ con voi

Scena 35

Musica 3-5-0-0

Balletto folla, alla fine i soldati sparano ad un megafono

GENERALE: Ora ognuno di voi può sentirmi

Scena 36

Musica GOOD MORNING STARSHINE

Scena 37

Ingresso caserma

SOLDATO: Come va’?

GEORGE: Ciao

SOL.: Cosa posso fare per voi?

GEOR.: Vogliamo entrare

SOL.: Mi dispiace ma non sono ammessi contatti fra civili e militari, siamo in allerta

GEOR.: No vedi, siamo amici di un tizio della base, si chiama Claude Bukowski, lo conosci?

SOL.: No, non conosco nessun Claude Bukowski, ma lei deve ugualmente girare la macchina e allontanarsi dalla base, se ha bisogno d’aiuto sarò lieto di aiutarla a spostare la macchina, altrimenti niente da fare

GEOR.: Senti, non vogliamo creare problemi

SOL.: Mi dispiace

GEOR.: Senti fammi fare almeno una telefonata

SOL.: Non può telefonare, se vuole telefonare, vada da un’altra parte

GEOR.: Ascolta…

SOL.: Tu ascolti me, non io te, è chiaro, gira la macchina e allontanati

Scena 38

Musica da sottofondo SOMEBODY TO LOVE

GEORGE: Stronzo!

SHEILA: Dai, lascia stare……ferma, ho un idea..(scende dall’auto) Ciao, come ti chiami?

SOLDATO: (appoggiato alla sua macchina) Robby, e tu?

SHEILA: Sheila

SOL.: Hai tuo marito alla base?

SHEI.: Non sono sposata, sono venuta a salutare mio fratello…..voglio fare un giro, ti va’?

SOL.: Perché no

Salgono in auto, gli rubano auto e vestiti

Scena 39

Tagliano i capelli a Berger, e lo vestono da militare

GIN: Ecco fatto

GEORGE: Come sto?

GIN: Sembri uno vero?

Va via , supera l’ingresso in caserma, arriva in camerata

Scena 40

SOLDATO: Compagnia

GEORGE: Bukowski

CLAUDE: Sì, sergente

GEOR.: Subito fuori

CL.: Sì signore (escono)

GEOR.: Sali, sei un coglione soldato!

CL.: No sergente

GEOR.: Peccato, perché io lo sono (ride)….Non ti muovere

CL.: Che vuoi fare?

GEOR.: Entra nel cofano

CL.: Perché?

GEOR.:  Come perché, siamo venuti per te, ti stanno aspettando

CL.: Berger, la base è in allerta, veniamo sorvegliati sempre, se non mi dovessero trovare sono fatto

GEOR.: Ascolta, è solo per un paio d’ore, ti riporto per cena

CL.: Non posso

GEOR.: Come sarebbe non puoi, abbiamo fatto 2000 miglia per vederti, ti aspettano, fidati di me, ho pensato a tutto

CL.: E credi che io non verrei volentieri

GEOR.: Dai, entra nel cofano

CL.: Ancora non posso crederci, farsi un viaggio simile, mi fa piacere che siate venuti, non sai quanto

GEOR.: Non dirmelo solo, vieni a salutarli

CL.: Tu non ti rendi conto, questo non è un gioco, capisci

GEOR.: Beh, cosa dirò agli amici?

CL.: Anche Sheila è venuta?

GEOR.: Sì ci sono tutti

CL.: Come sta Sheila?

GEOR.: Spogliati

CL.: (ridendo) Tu sei tutto pazzo

Scena 41

Musica What a piece…….

Scena 42

Caserma

CAPITANO: Rispondete quando chiamo il vostro nome: Cool, Smith, Andrey, Capman, Rodriguez, Bukowski, Albert, Gilligan, Frederic, Wilson, un momento di attenzione ragazzi, è arrivato l’ordine dal quartier generale di tenersi pronti per un trasferimento d’oltre mare, quindi preparate il vostro equipaggiamento, mettete la roba nei secchi e sistematevi su quella riga rossa. Sergente, fra tre minuti devono essere tutti pronti.

SERGENTE: Avete sentito, avanti, forza, muoversi, forza. Sei sordo Bukowski, sei sordo….?

GEORGE: Ma io…

SERG.: Forza veloce, infilati il giaccone, ma che aspetti, c’è una guerra sai?

Confusione, con tutti che si preparano

Ripresa della musica What a piece… si vedono Claude e Sheila abbracciati

SERGENTE: Tutti sull’attenti, sulla riga rossa

CAPITANO: Ascoltatemi attentamente, quando sentirete il vostro nome, voglio che uscite di corsa e vi sistemate sui quei camion lì fuori.  Cool, Smith, Andrey, Capman, Rodriguez, Bukowski, Bukowski

SERG.: Bukowski, hai infilato il cervello nel culo, muoviti!

Scena 43

Musica LET THE SUNSHINE IN

Claude ritorna in caserma, non trova nessuno, marcia dei soldati che salgono sull’aereo, finale con tutti in scena 

FINE

Se anche tu vuoi condividere con altri Animatori Turistici un Copione di uno spettacolo anche inedito inviaci una mail a info@officineanimazione.it