Vuoi aprire un Family Park, una Ludoteca o un Baby Parking e non sai da dove iniziare? con questo articolo cercherò di darti tutte le informazioni più importanti di cui hai bisogno per aprire un attività di questo tipo.

Innanzitutto complimenti e in bocca al lupo per questa nuova attività. Sicuramente se sei arrivato a fare questa scelta sei una persona che ama i bambini e che ama il mondo dell’intrattenimento per famiglie e sei sicuramente preparato ed esperto del settore. Se così non fosse, inizia a studiare e a prepararti il più possibile, il settore nel quale ti stai andando ad infilare non è per niente semplice e non è per niente un settore da prendere alla leggera. Ricorda che hai la responsabilità di bambini piccoli che in base alla situazione possono essere anche lasciati per diverse ore sono la tua completa responsabilità.

Ormai da quando sono diventato papà non passa un giorno senza che io e la mia compagnia ci ritroviamo ad accompagnare nostro figlio di quasi due anni in uno dei centinaia di parchi giochi gonfiabili sparsi in tutta la zona ad ovest di Milano. Chi più chi meno sono tutti molto carini, ma in purtroppo quello che traspare non appena si entra in una di queste strutture è totale mancanza di professionalità e di esperienza a lavorare con i bambini. Ecco se stai per aprire una di queste attività per famiglie cerca di arrivare preparato e formato il più possibile, questa è sicuramente una cosa che può fare una grande differenza e ti può dare un grande fattore aggiunto.

Allora partiamo con ordine e andiamo a vedere singolarmente le differenze che ci sono tra le tre attività:

Family Park

Per quanto riguarda il Family Park, i principali servizi che possono essere offerti sono i seguenti:

  •   messa a disposizione dello spazio giochi;
  •   intrattenimento dei bambini;
  •   organizzazione di feste per bambini;
  •   servizio bar;
  •   custodia dei bambini.

Messa a disposizione dello spazio giochi.

L’utilizzo libero dello spazio attrezzato con i giochi è il servizio principale per questo genere di attività. L’accesso alla struttura è consentito a bambini di fasce d’età differenti, a seconda delle attrazioni presenti. Alcune, infatti, sono adatte solo a bambini di età superiore a 3 anni e normalmente inferiore a 12/14 anni.

Le principali attrazioni presenti in un centro di questo tipo possono essere:
–  giochi gonfiabili: si tratta di strutture di varie forme e dimensioni, realizzate con materiali plastici e gonfiate ad aria. Il loro aspetto vivace e la loro consistenza morbida consentono ai bambini di giocarvi all’interno in totale sicurezza. Possono essere a forma di casa, di castello, di percorso ad ostacoli, di scivolo, oppure simulare un campo di calcio o un campo da basket;
–  playground: sono delle strutture da gioco modulari, che possono comprendere box pieni

di palline, dove i bambini possono immergersi, scivoli, tunnel, corde per arrampicarsi, scalette, passaggi imbottiti;
–  tappeti elastici: si tratta di giochi costituiti da tappeti elastici di varie dimensioni, che permettono ai bambini di divertirsi saltandovi sopra in totale sicurezza. In genere, infatti, ogni tappeto elastico è protetto con una rete laterale che evita cadute accidentali al di fuori dell’area da gioco;
–  giostre e girelli: si tratta di giochi assolutamente tradizionali, che permettono ai bambini che vi salgono di girare in tondo, seduti su personaggi di fantasia, su cavallini, su motorette, ecc.;
–  giochi tradizionali: si tratta dei classici giochi da parco, già molto comuni ed utilizzati, ma comunque sempre graditi ai più piccoli. Possono essere principalmente scivoli, altalene, dondoli, percorsi ginnici (funi, pertiche, spalliere, travi, ecc.).

Il tempo trascorso nel centro giochi può essere variabile, a seconda delle modalità di ingresso previste. L’ingresso, infatti, può essere a tempo, da un minimo di 10 minuti ad un massimo di 60 minuti, oppure libero. In questo secondo caso viene pagato l’ingresso e i clienti hanno la possibilità di rimanere all’interno del centro liberamente, per tutto il tempo che desiderano. Normalmente queste due modalità vengono combinate tra loro, dando la possibilità di scelta direttamente al cliente.

Intrattenimento dei bambini.

Se, anziché mettere semplicemente a disposizione dei clienti lo spazio del centro giochi, si vuole proporre anche il servizio di intrattenimento e animazione, è importante che vi siano degli animatori che sappiano in maniera giocosa e divertente coinvolgere sia i bambini più piccoli sia quelli più grandi, magari in attività di gruppo, utilizzando i diversi giochi presenti nel centro.

Organizzazione di feste per bambini.

Non c’è struttura più adatta ad ospitare feste per i bambini. La possibilità di utilizzare liberamente, o seguiti da un animatore, tutti i giochi presenti all’interno del centro, rappresenta la migliore ambientazione per una festa di compleanno, di carnevale, di fine scuola o per un’altra ricorrenza. Come per i baby parking e per le ludoteche, l’organizzazione di feste è un’importante possibilità di integrare in modo fruttuoso le entrate dell’attività.

Servizio bar.

All’interno dei centri gioco è abbastanza frequente l’offerta del servizio bar. Questo servizio può essere erogato allestendo uno spazio del centro con un chiosco prefabbricato e qualche tavolino. Risulta essere particolarmente apprezzato sia dagli adulti, che lo utilizzano nei momenti di attesa, sia dai più piccoli per fare merenda. Come il servizio di organizzazione delle feste, anche il servizio bar, pur non essendo il cuore dell’attività di un centro giochi, ne rappresenta una parte che può diventare importante dal punto di vista degli incassi giornalieri, in grado di integrare notevolmente le entrate derivanti degli ingressi singoli.

Custodia dei bambini.

Di solito i centri gioco non offrono il servizio di custodia dei piccoli, che devono essere sempre accompagnati da un adulto, che rimanga con loro e si prenda la responsabilità delle loro azioni. Proprio questo aspetto rappresenta una caratteristica distintiva del centro giochi rispetto alle altre due tipologie di attività, nelle quali la possibilità di lasciare i bambini in custodia alla struttura è parte integrante dell’offerta dei servizi. Con poco personale e non necessariamente qualificato ad operare con l’infanzia, il centro giochi è in grado di accogliere contemporaneamente decine di bambini. Dal punto di vista normativo, l’unica accortezza che viene richiesta è che ogni gioco sia attentamente sorvegliato da un responsabile, nel suo funzionamento e nel suo utilizzo. Nonostante ciò, è possibile decidere di offrire anche il servizio di custodia dei minori. In questo caso deve essere presente all’interno della struttura del personale in possesso di requisiti specifici per la custodia e l’animazione dell’infanzia. La custodia deve sempre essere occasionale e di breve durata, per non incorrere nel rischio di configurarsi come servizio di asilo nido che, come abbiamo già visto, presenta alcune caratteristiche simili al centro giochi ma è regolamentata in maniera assai diversa. È necessario prendere in considerazione anche il rapporto tra educatori e bambini ospitati, che normalmente è di 1 educatore ogni 10/15 bambini.

Ludoteca:

La ludoteca o “centro per bambini e genitori” o “spazio gioco”, a seconda delle diverse Regioni, è un luogo intenzionalmente destinato e dedicato al gioco. Offre ai fruitori di ogni età, e in particolare ai bambini di età superiore ai 3 anni, l’opportunità di dedicarsi liberamente ad attività ludiche, di trovare compagni di gioco e di avvalersi della competenza di personale specializzato in animazione ludica e ricreativa.

La ludoteca viene allestita in locali appositamente attrezzati e dotati di un’ampia varietà di giochi, giocattoli e laboratori nei quali i bambini possono venire a contatto con materiali di vario genere. La ludoteca può anche essere intesa come una ”biblioteca del giocattolo”, nella quale i numerosi giocattoli presenti possono essere presi anche in prestito. Normalmente non svolge servizio di custodia dei minori, che devono quindi essere accompagnati da un adulto, e non prevede il servizio mensa, né uno spazio dedicato al riposo.

I servizi che possono essere offerti da una ludoteca possono essere in parte simili a quelli offerti da un baby parking e in parte specifici. I principali potrebbero essere i seguenti:

  •   messa a disposizione di uno spazio per il gioco libero e/o assistito;
  •   custodia dei bambini;
  •   servizio prestito giochi;
  •   organizzazione di feste per bambini;
  •   servizio dopo-scuola;
  •   consulenza psico-pedagogica.

 Messa a disposizione di uno spazio per il gioco libero e/o assistito.

Il mettere a disposizione dei clienti uno spazio dedicato ed attrezzato per il gioco è la caratteristica principale di una ludoteca. La finalità di questo genere di struttura, infatti, è quella di realizzare uno spazio nel quale permettere ai bambini di dedicarsi a vari tipi di giochi in maniera libera e spontanea e di venire a contatto con materiali da manipolare e conoscere attraverso una serie di laboratori. I laboratori sono un aspetto distintivo delle ludoteche. Essi permettono ai bambini di dare libero sfogo alla loro creatività e manualità, spesso nella realizzazione proprio di giocattoli artigianali. È possibile a tal fine allestire laboratori di lavorazione del legno, della stoffa, della creta, della plastica; oppure laboratori di fotografia, di cucina, di pittura, di lettura, di giardinaggio, ecc.La maggior parte delle ludoteche sono rivolte ai bambini, tuttavia ne esistono anche per adulti, secondo la teoria che il gioco non ha limiti d’età. Per i minori, comunque, la ludoteca si configura come un luogo accogliente ed attrezzato al gioco nel quale incontrare altri bambini e giocare con loro. Lo spazio delle ludoteche può essere pensato come uno spazio pienamente libero, dove i partecipanti organizzano le attività ludiche in autonomia, anche se in genere con la supervisione e l’intrattenimento da parte di un animatore che controlli e guidi le attività ludiche e coinvolga i bambini presenti ed eventualmente anche gli adulti che li accompagnano. Il lavoro dei “ludotecari” può configurarsi quindi come un servizio sociale ed educativo a favore della collettività. Proprio per questo, tali strutture hanno una forte valenza di utilità pubblica. L’animatore deve inoltre occuparsi della supervisione rispetto al corretto utilizzo degli strumenti e degli spazi messi a disposizione, oltre che eventualmente anche di fornire indicazioni sul funzionamento di alcuni giochi e giocattoli. Una peculiarità delle ludoteche, infatti, è spesso quella di possedere dei giochi e dei giocattoli rari o comunque non comunemente presenti nelle case delle famiglie. Soprattutto se sono presenti dei laboratori, è importante prevedere del personale che sia in grado di fornire le principali informazioni circa l’utilizzo delle varie attrezzature e dei materiali. Le tipologie di giochi che possono essere promosse all’interno di una ludoteca potrebbero essere le seguenti:-  giochi di imitazione/simbolici;

–  giochi di costruzione;
–  giochi di ingegno;
–  giochi di regole;
–  giochi di movimento;
–  videogiochi.

Custodia dei bambini

In alcuni casi la ludoteca può attrezzarsi affinché i piccoli ospiti possano essere lasciati dai genitori alle cure e alla responsabilità degli educatori. In questo caso, quindi, oltre all’aspetto ludico e di intrattenimento, si offre anche il servizio di custodia. Se si decide di offrire questo servizio è importante predisporre dei moduli nei quali il genitore dichiara espressamente di affidare il proprio figlio alla custodia temporanea dell’educatore della struttura.
Servizio prestito giochi.
Il servizio di prestito dei giocattoli è tipico delle ludoteche che spesso, infatti, vengono definite come “biblioteche del gioco”.
Il funzionamento di questo servizio è simile al prestito dei libri: i giocattoli di proprietà della ludoteca sono catalogati e schedati e messi a disposizione delle persone che accettano di iscriversi al servizio di prestito, per periodi di durata variabile. La finalità di questo servizio è di mettere a disposizione del maggior numero di persone possibile i giochi e i giocattoli meno frequenti o meno conosciuti.

Organizzazione di feste per bambini.

Come per il baby parking, anche per la ludoteca l’organizzazione di feste per i bambini è certamente un’interessante integrazione del reddito che deriva dall’attività principale. Si tratta principalmente di organizzare attività di animazione, predisporre dei giochi di gruppo, prevedere un rinfresco. L’impegno non è eccessivo, ma i ritorni normalmente lo rendono un servizio importante.

Servizio dopo-scuola.

Il cosiddetto “tempo pieno”, in particolare per i bambini iscritti alla scuola primaria, è un sistema in crescita su tutto il territorio nazionale. Tuttavia, per molti altri bambini, specialmente quelli iscritti alla scuola secondaria, la scuola termina all’ora di pranzo. In quest’ottica è sicuramente molto utile poter offrire alle famiglie un servizio pomeridiano che accolga i bambini, non solo per il gioco, ma anche per svolgere i compiti scolastici. I bambini sono seguiti da educatori e/o maestri, che li aiutano e li seguono nei loro compiti, cercando di sviluppare metodi di studio autonomi ed efficaci.

Consulenza psico-pedagogica.

Per la descrizione di questo servizio si può fare riferimento a quanto già descritto nella parte dei baby parking, con l’accorgimento che i bambini che frequentano una ludoteca sono generalmente più grandi.

 

Baby Parking

Il baby parking oppure denominato “centro di custodia oraria”, “servizio ricreativo” o “spazio bambini”, è un servizio socio-educativo-ricreativo che accoglie normalmente i minori in età prescolare, dai 13 mesi a 6 anni, anche se in alcuni luoghi è possibile accogliere anche i lattanti o i bambini in età scolare.

Il servizio si rivolge prettamente alle mamme che non hanno modo di lasciare a nessun altro il proprio figlio e per qualche ora possono usufruire per qualche ora del comodo servizio di Baby Parking. Le sue attività sono caratterizzate dell’estemporaneità e dall’occasionalità, ovvero non è prevista alcuna continuità nella permanenza dei piccoli all’interno della struttura.

Rispetto all’asilo nido, il baby parking si differenzia per la semplificazione dei requisiti strutturali e gestionali richiesti, per l’assenza del servizio mensa, per l’assenza degli spazi obbligatori per il riposo dei piccoli, per i ridotti orari di permanenza dei bambini e per le modalità di funzionamento più flessibili.

Può essere aperto tutto l’anno, con un orario di apertura che può oscillare dalle 3 alle 12 ore giornaliere. Ogni bambino generalmente non può permanere nella struttura per più di 4/5 ore consecutive, altrimenti l’attività rischia di configurarsi come asilo nido.
Può ospitare contemporaneamente un numero massimo di bambini variabile a seconda delle diverse normative regionali. Il numero massimo di bambini previsto più frequentemente è 25.

I principali servizi che possono essere offerti da un baby parking sono i seguenti:

  •   custodia e intrattenimento dei bambini;
  •   organizzazione di feste per bambini;
  •   consulenza psico-pedagogica.

    Custodia e intrattenimento dei bambini.

    Il servizio principale offerto dai baby parking è proprio la custodia temporanea dei bambini, normalmente dai 13 mesi a 6 anni. Tale custodia è caratterizzata dal

fatto di essere temporanea, occasionale e di breve durata. È questa la principale differenza tra l’attività del baby parking e quella dell’asilo nido. In quest’ultimo, infatti, la presenza dei piccoli è costante durante tutto l’arco dell’anno scolastico, si può protrarre anche per più di 6/8 ore al giorno, tutti i giorni di apertura alla settimana, è previsto il servizio mensa e riposo.

Nel baby parking, invece, i piccoli vengono lasciati solo per qualche ora, normalmente è consentita una permanenza massima di 4/6 ore, e comunque non tutti i giorni della settimana.

La finalità principale di questo servizio è permettere alla famiglia di lasciare i piccoli in un ambiente sicuro e fidato, per brevi periodi, e potersi quindi dedicare ad altre attività. Durante il periodo di custodia i bambini sono impegnati in attività ludiche organizzate dagli animatori presenti nella struttura. Queste attività possono essere molto differenti a seconda dell’età dei piccoli ospiti: si possono per esempio promuovere attività individuali oppure di gruppo, lasciare libero sfogo al gioco spontaneo, oppure coinvolgere i piccoli in attività strutturate e guidate. Pur nella brevità ed occasionalità del tempo che gli educatori possono dedicare ai piccoli, le attività proposte possono essere rivolte a promuovere lo sviluppo sensoriale,

motorio, cognitivo, relazionale ed emotivo dei piccoli, attraverso, per esempio, i percorsi che stimolano lo sviluppo dei sensi, la coordinazione motoria, l’equilibrio, la riproduzione di attività quotidiane (cucinare, lavarsi, fare la spesa, ecc.); o ancora, stimolando attività di gruppo che permettono di sviluppare la socializzazione e la condivisione. Tutte le attività possono essere svolte all’interno del baby parking ma, se la struttura lo permette, anche all’esterno, in un giardino o in un terrazzo adeguatamente attrezzati. Per poter erogare il servizio di custodia e intrattenimento il baby parking spesso richiede agli adulti che accompagnano i piccoli un’autocertificazione nella quale dichiarano che il bimbo è regolarmente vaccinato e non presenta malattie infettive contagiose, al fine della vigilanza igienico-sanitaria. In secondo luogo normalmente i flussi degli ospiti vengono annotati su un registro, nel quale compaiono i nominativi dei bambini, i nominativi degli accompagnatori e gli orari di ingresso e uscita.

Organizzazione di feste per bambini.

L’organizzazione di feste per i bambini è un settore in espansione e un servizio abbastanza remunerativo. Le famiglie, infatti, sono molto interessate ad organizzare feste per i propri piccoli, soprattutto in occasione dei compleanni. Proporre l’organizzazione di feste può essere assai conveniente per il baby parking per una serie di motivi. Innanzitutto ci sono già gli spazi adeguati a disposizione, secondariamente si può contare, in tutto o in parte, sul personale già stabilmente presente. Infine, l’organizzazione di feste di compleanno può innescare un effetto “domino” e di passaparola molto importante. Quando la famiglia di un bambino organizza la festa in un locale e tutti gli invitati rimangono soddisfatti, è assai facile che anche le famiglie degli amichetti invitati inizino a volerne organizzare una per il proprio bimbo.

In questo modo il baby parking ha facilmente la possibilità di intercettare il mercato potenziale, non solo per organizzare altre feste di compleanno, ma anche per proporre il servizio di custodia e intrattenimento. Queste feste possono rappresentare quindi un importante strumento promozionale e di penetrazione sul mercato. Per poterle organizzare è necessario prevedere la presenza di uno o più animatori, specificatamente dedicati alla prima infanzia, che sappiano proporre giochi e attività adatti ai bambini più piccoli. È necessario inoltre organizzare un rinfresco per gli adulti e una merenda per i più piccoli. Per offrire questo servizio il baby parking può chiedere un importo forfettario comprensivo dell’affitto del locale, dei compensi per gli animatori e gli educatori chiamati a partecipare e per la merenda e il rinfresco organizzati.

Consulenza psico–pedagogica.

Il baby parking, oltre a risolvere una serie di problemi gestionali e logistici legati alla cura e alla socializzazione dei bambini, può proporsi anche come luogo a disposizione dei genitori per comprendere meglio i propri figli e le dinamiche che si possono instaurare tra di loro. Le famiglie, dovendo lasciare sempre più spesso e per molte ore al giorno i propri figli presso asili nido, baby parking, babysitter o parenti, sono sempre più attente alla qualità del tempo che trascorrono con loro. Pertanto offrire delle consulenze psico-pedagogiche ai genitori, potrebbe essere un servizio assai apprezzato. Per poterlo fare è necessario avvalersi della collaborazione di personale esperto, quale pedagogisti, psicologi dello sviluppo, esperti in mediazione familiare.

Spesso questi professionisti sono interessati ad instaurare delle collaborazioni con le strutture che accolgono i bambini, per cui il baby parking può prevedere di mettere a loro disposizione degli spazi a cadenza periodica, nei quali incontrare gli adulti che seguono i piccoli.

Il ritorno che la struttura può avere ad offrire anche questo servizio è sia qualitativo sia quantitativo. Da una parte, infatti, il baby parking si propone come una struttura che

eroga una pluralità di servizi di qualità, attenta agli aspetti psicologici, pedagogici e relazionali dei bambini e dei loro genitori. Dall’altro può, attraverso consulenze individuali o organizzazione di corsi di gruppo, integrare economicamente le entrate derivanti dagli ingressi singoli e dagli abbonamenti.

Ecco, credo di averti dato a grandi linee quelle che sono le informazioni generali su queste 3 diverse attività, ora vediamo quali sono i primi passi da fare per l’apertura di un’attività di questo tipo. Sicuramente tra le primissime cose da fare c’è quella di individuare l’area geografica sulla quale andare ad operare e quindi l’immobile da affittare o da comprare. Io ti consiglio inizialmente di affittarlo poi successivamente se gli affari ti andranno bene potrai anche pensare di acquistare. Se invece fai parte di quei fortunati che hanno posseggono un immobile di proprietà buon per te, tanto meglio sicuramente meno costi iniziali e meno costi fissi che per questo tipo di attività sono sicuramente una delle faccende cruciali da affrontare.

Primo step quindi individuare un immobile che sia adatto al tipo di attività che vogliamo andare a fare. Diciamo che sia per la ludoteca che per il Baby Parking possiamo tranquillamente accontentarci di misure ridotte e non per forza dobbiamo dirigere la nostra ricerca su capannoni ma possiamo anche pensare ad un immobile molto più piccolo, per esempio anche un 200 mq va benissimo. In questo caso non servono nemmeno soffitti altissimi quindi l’altezza standard che so di 4 metri.

Se invece parliamo di Family Park qui le cose cambiano perché dobbiamo iniziare a cercare un immobile un tantino più grande e parliamo di una metratura di almeno 500 mq e di un altezza che sta tra i 6 e i 7 metri. Qui si parla solitamente di capannoni e in questo caso il problema più grosso è che di solito la destinazione d’uso di questi posti è o artigianale o industriale e invece per questo tipo di attività ti serve una destinazione commerciale visto l’attività che svolgi all’interno. Le possibilità quindi sono due:

  • cercare un posto che abbia già una destinazione commerciale cercando di trovare un buon compromesso con il prezzo dell’affitto. Capisci bene che un immobile artigianale nella provincia di Milano si affitta a 4 euro al metro quadro. Se invece parliamo di immobile commerciale il costo è 3 volte questo e quindi si va da i 10 euro al mq fino a 15 euro al mq. Le cose cambiano e no di poco.
  • L’altra possibilità è quella di capire se è possibile effettuare il cambio destinazione dell’immobile da artigianale a commerciale, ma anche in questo caso i costi sono eccessivi e non credo che ti convenga a meno che le tue previsioni di guadagno siano talmente positive e talmente alte che riterrai che il gioco vale la candela, ma questa è una cosa che ti conviene valutare molto bene.

Da una mia accurata ricerca diciamo che ad oggi mentre scrivo è davvero difficile trovare capannoni che abbiamo una destinazione commerciale e che siano liberi e sopratutto che abbiano un prezzo accessibile per questo tipo di attività. Si perché parliamoci chiaro, l’affitto di un immobile destinato ad un Family Park al massimo si deve aggirare intorno ai €2500 mensili non di più altrimenti rischi di non starci dentro a fine mese tra costi e guadagni.

Ci sono alcuni Comuni che applicano invece delle loro normative locali che riescono a trovare una soluzione a questo problema della destinazione, ma questo va visto caso per caso.ù

Quindi il mio consiglio e sopratutto il consiglio di qualsiasi azienda che produce e vende attrezzature per parchi giochi è sicuramente quello di individuare l’immobile e tramite l’ufficio tecnico del comune di appartenenza fare tutti i controlli del caso e capire se il posto è adatto al tipo di attività, dopo di che i passaggi sono i seguenti.

Capito il budget che si vuole investire nel progetto, contatta una delle tante aziende che producono e che vendono Gonfiabili e Play Ground e fatti preparare un progetto in 3d gratuito. Gli mandi la planimetria del posto e loro ti realizzano quella che secondo loro può essere la miglior soluzione in base al tuo budget.

Aziende serie in Italia ce ne sono davvero tante, mi raccomando affidati a professionisti, con questo tipo di attrezzature non si scherza e non è il caso di andare al risparmio, ma c’è solo da affidarsi a professionisti che mettono come prima cosa nel proprio lavoro la sicurezza dei bambini.

Su Google ne trovi davvero tante io per esperienza personale te ne elenco qualcuna con la quale mi sono trovato molto bene e ho potuto appurare essere professionisti seri:

Queste sono alcune delle aziende che ho avuto modo di conoscere personalmente e non tra le più serie in Italia.

Ecco, spero di averti chiarito un pochettino le idee su questo tipo di attività, mi raccordano informati al meglio. Preparati e studia nel caso in cui tu non venissi già dal mondo dell’animazione o comunque se no hai mai avuto a che fare con il mondo dei bambini e delle famiglie.

Il tipo di attività inutile dirti che è tra i lavori più belli del mondo se ti piace stare a contatto con i bambini, se sei una persona creativa e sopratutto se hai voglia di metterti in gioco e di darti a gli altri è sicuramente il lavoro che fa per te. Ma metti in conto che prevede un investimento iniziale notevole, si parla di almeno € 50.000,00 per un piccolo Family Park. Le cifre si abbassano quando parliamo di Ludoteca e di Baby Parking, ma anche li dipende molto da quello che è il livello di posto che vuoi creare. Ci sono ludoteche che hanno investito più del doppio per posto molto piccoli, ma hanno deciso di offrire un servizio esclusivo con attrezzature di un certo tipo e hanno curato al meglio tutti i particolari rendendo unico e originale un piccolo spazio.

Mi raccomando come al solito fammi sapere se ti è stato utile il mio articolo, se ancora non lo hai fatto iscriviti SUBITO alla nostra Community. Se ancora non ci segui puoi farlo sulla nostra Pagina di Facebook ==> Officine Animazione mi raccomando spargi la voce, stiamo diventando tantissimi e sono sicuro che riusciremo a migliorare il mondo dell’animazione